Chiunque lo desideri, è invitato ad inviarci i propri messaggi ricevuti così che, pubblicandoli per condividerli, possano continuare ad effondere consolazione, fiducia e speranza. Grazie.

 e-mail lucitralecamelie@alice.it

 

David di Ivana, 19 mesi dopo la sua "partenza"

Agosto 2009

David e Gianluca del GRUPPO FRATELLI PER SEMPRE al GRUPPO MAMME PER SEMPRE.

Siamo qui insieme per continuare la nostra Grande Scuola.
In questo periodo, anche da voi, stiamo ricevendo ancora grandi insegnamenti, vi sembra impossibile? Volete sapere perché?
Perché possiamo comparare quell’insegnamento che Qui riceviamo attraverso il Flusso della Luce dove i Maestri attingono consapevolezza, captandola e girandocela. Verrà il tempo in cui noi stessi potremmo sviluppare gli stessi processi che attivano Loro, il saper leggere le informazioni che arrivano dalla Sorgente, dalle meravigliose fontane di Luce, allora in quel momento i Maestri di Luce completeranno il loro lavoro con noi. Cosicché potremmo passare, per così dire, all’università dell’apprendimento, l’apprendimento del nostro Spirito Santo. Lo Spirito Santo è quella parte più alta di noi, quella perfetta, incorruttibile, il gemellaggio definito con Dio. La nostra anima è la scintilla da perfezionare nel tempo e nello spazio, sempre se noi la guardiamo, sempre se noi ce ne curiamo. È per questo che dobbiamo continuare il cammino avanti e indietro nelle reincarnazioni sui mondi, finché quella scintilla, a sua volta, non diventi la perfezione speculare della nostra scintilla ANIMA. Cosicché, alla fine, avremo una fioritura Unica, impareggiabile. Dolci meravigliose nostre mamme, genitrici perfette, genitrici instancabili, per alleviare la vostra pena vi vogliamo raccontare una cosa molto importante sul distacco, che vi crea questa ferita aperta, che continuamente si riapre e sanguina. Il distacco a noi non fa male, ma non è che passando dall’altra parte del velo siamo diventati figli degeneri o cinici, c’è molto di più; è che qui abbiamo visto aprirsi come un fiore, espandersi come la luce adamantina, il legame confinato ai ruoli di parentela. Qui si capisce il vero senso del legame, quel filo d’Arianna che ogni essere umano, ogni animale, ogni creatura ha. È bellissimo mamma, e forma una ragnatela universale, intessuta d’amore. Qui si comprende veramente come io figlio, tu mamma, non ha senso, io posso essere tuo padre, tu puoi essere mia cugina ed ancora, io posso essere tua sorella, nonna, vicino di casa o il tuo maestro delle elementari. Cara mamma, ti dico un bel segreto, il filo è lo stesso, il colore è uguale e fanno sempre nell’insieme una geometria spettacolare, che noi vediamo da qua brillare e ci danziamo sopra, unitamente agli altri, unitamente a voi, unitamente a DIO. Voi per esempio, come ti ho detto all’inizio, avete fatto e state facendo un bellissimo lavoro, dal quale stiamo prendendo esempio, unendolo agli insegnamenti dei Maestri di Luce. Si, voi siete l’esempio pratico di ciò che ci stanno insegnando, le nostre mancanze da vicino a voi hanno prodotto il vostro cercare nell’anima, in pratica allora, il nostro cambiare piano esistenziale ha mosso le vostre coscienze che si sono avvicinate, tu, Ivana, e anche altre avete , in questo modo, a vostra volta creato una UNITA’ DI COSCIENZA aggregante, che si chiama appunto egregore. Tutto questo è importantissimo, per chiarire ancora una volta, per specificare meglio “le vostre vibrazioni armoniche, muovendosi hanno riferito con altre sfere armoniche” (altre mamme), sulla stessa sintonia risonante dolore, legge di attrazione tra di voi. State creando l’egregore, cioè queste sfere armoniche che siete voi risuonanti lo stesso richiamo avete prodotto una Grande UNITA’ DI COSCIENZA ed essa, a sua volta, muove altri elementi animici che siamo noi, nel ruolo di figli. Quindi come già comunicato prima ci state aggregando alla stessa scuola di maestri, dandoci ulteriormente in pratica lezione insieme a Loro, di UNITA’ DI COSCIENZA e di creazione POTENTE del pensiero, della legge di attrazione e del così è sotto da voi così è sopra da noi. Capite mamme? Così è sotto così è sopra. State facendo un lavoro grandioso, anche inconsapevolmente, con questa grande bolla di amore, creata, e pensare che voi siete convinte che vi state solo cercando per sfogarvi, per calmare in qualche modo i vostri cuori, confrontandovi in una terapia di gruppo, mentre vogliamo, con questa nostra lunga lettera, spiegarvi quanto di grande state compiendo, di più di quello che credete, in nome del vostro sacro ventre femminile, che ci ha accolti ed ha continuato un processo di flusso, già raccogliendoci dal Cielo, fino al vostro ventre, creando le nostre carni, che ci hanno permesso, ancora una volta, una meravigliosa esperienza terrena, per poi tornare qui, a proseguire la nostra e la vostra scuola. Grazie, care mamme, non sminuite il vostro lavoro grandioso, state unendo e collegando intere porzioni di Cielo alla Terra, con varchi aurei e con comode scale, dove il vostro cuore è il corrimano. State creando la nostra vera fondazione, ma non nel ricordo disperato, ma nel lavoro presente, vero, attivo, incommensurabile, LA FONDAZIONE DELL’UNITA’ DI COSCIENZA, senza né limiti né ruoli parentali, grazie ancora.

Ricorderai l’esercizio di crescita
E’ un processo riguardante l’apertura del percorso verso la coscienza superiore voi lo state facendo sul vostro piano, noi sul nostro ed essi si stanno fondendo. Nulla è immutabile, nulla è statico, tutto è movimento. 
 

Dalla amica Iva, il 05/02/15, riceviamo il messaggio:

Ciao 

Mi chiamo Iva, oggi sono 6 mesi che mio padre se ne è andato in cielo  il 5 agosto, e’ stato il giorno più brutto della mia vita. Vi voglio raccontare cosa e’ successo dopo qualche giorno. Vorrei che tutte le persone che hanno perso qualcuno LEGGESSERO QUESTA MIA TESTIMONIANZA. Lui  Nello ci ha fatto un regalo grandissimo da riempierci il cuore di gioia: mio figlio di 22 anni l’ha sognato a casa sua in Abruzzo e rideva felice, quasi  meravigliato mio figlio gli ha chiesto” NONNO MA  PERCHE RIDI”? E MIO PADRE GLI HA RISPOSTO ‘’MA VOI DAVVERO VE PENSATE  CHE IO SONO MORTO”?  Siamo rimasti davvero senza parole poi la sera del funerale, quando siamo tornati a Roma, siamo andati a casa di mio fratello;  erano circa le 19, mio fratello ci ha fatto restare a cena e ci ha detto ‘’ora prendo il vino di papà e brindiamo in suo onore, allora tutti insieme abbiamo alzato i bicchiere compresi anche i miei due nipotini 11-e 6 anni. Mio fratello non ce lo ha detto subito ma il giorno dopo ci ha detto che una voce nella sua testa gli diceva Sandro adesso che sto bene un goccetto de vino non me lo dai?  mio fratello prese un bicchiere, versò del vino e lo lasciò li sul tavolo. Non e’ una cosa meravigliosa? questo significa che non sono affatto morti ma stanno bene.  Lui era una persona adorabile, mi manca terribilmente …. questi segnali ci hanno aiutato molto; dopo due mesi che era morto se lo sogna mia madre, l’ha visto che entrava in cucina e si era seduto vicino il tavolo, mia madre vedendolo gli ha detto meravigliata ‘’HOOOO NELLO SEI RITORNATO,’’ SIEDITI QUI E MANGIA CON NOI E LUI ‘’NO NO DEVO ANDARE VIA POI SI E’ SEDUTO HA CENATO E HA DETTO: ORA DEVO ANDARE ED E’ SPARITO. POI ALTRI PICCOLI SEGNALI ad esempio la lampadina della cameretta mia che lampeggia ..ok . Ti ringrazio della pazienza potrai farla leggere a tutti questa mia letterina? 

Grazie Iva


Da un figlio di luce alla mamma  il 18/10/15

Sto volando, non ho più confini, con un battito di ciglia sono da una dimensione all’altra quindi mamma pensami felice, dimentica tutto senza rabbia. Io ci sono.

Non dimenticarti mai di affidarmi i tuoi problemi perché io da qua posso aiutarti. Sappi che io ho grandi ali per tenere sotto la mia ala tutta la mia famiglia senza però interferire sul disegno divino di ognuno infatti alla mia compagna io le sto vicino ma nel suo cammino non c’è la guarigione ma c’è tempo per far sì che le bambine crescano


Se ti piace questo sito, visita "Contatti" lascia un tuo messaggio e un tuo pensiero
Se ti piace questo sito, visita "Contatti" lascia un tuo messaggio e un tuo pensiero